Notizie

immagine OPTIMA SALUTE, IL PIÙ DIFFUSO MENSILE DI SALUTE IN FARMACIA

OPTIMA SALUTE, IL PIÙ DIFFUSO MENSILE DI SALUTE IN FARMACIA

Nel numero di dicembre 2018 - gennaio 2019:

  • Inserto Valore Salute - Sos feste: salute sotto controllo.
  • Dossier - Natale, dolce dormire.
  • Arriva l'influenza: vaccini, igiene e riposo.
  • Tiroide, una questione femminile.
  • Propoli, l'anti influenzale naturale.
  • Riscaldamento = polvere = allergie.
  • La corsa (sbagliata) alla dieta post natalizia.
  • Siamo un popolo di maratoneti.

Leggi la rivista on line

immagine Se parto per..., App MinSalute su assistenza sanitaria nel mondo

Se parto per..., App MinSalute su assistenza sanitaria nel mondo

Nell'ambito del Progetto EESSI (Electronic Exchange of social Security Information) finanziato dalla Commissione europea, il Ministero della salute ha realizzato la Brochure "Mobilità Sanitaria Internazionale" e la APP "Se Parto per." per mobile, due strumenti per rendere più semplice e accessibile l'assistenza sanitaria all'estero.

La Brochure "Mobilità Sanitaria Internazionale" prodotta in 100.000 copie e già distribuita a tutte le Asl spiega come informarsi prima di partire, cosa portare con sé, cosa è EESSI, oltre a presentare la APP "Se parto per", un'evoluzione per mobile dell'applicazione già disponibile e tra le più consultate nel portale del Ministero della salute da alcuni anni. Solo una corretta informazione dei cittadini che si spostano all'interno dei Paesi UE e di qualsiasi altro Paese del mondo può garantire, infatti, il pieno esercizio del diritto di circolazione e di soggiorno, in termini di sicurezza sociale, nei Paesi diversi da quelli di origine.

La APP "Se parto per", nella versione mobile, è una guida interattiva che permette a tutti gli assistiti (cioè tutti coloro che sono iscritti e a carico del Servizio Sanitario Nazionale - SSN) e a tutti gli operatori sanitari di avere informazioni sul diritto o meno all'assistenza sanitaria durante un soggiorno o la residenza in un qualsiasi Paese del mondo, come ottenere assistenza, a chi rivolgersi e come richiedere eventuali rimborsi; consultare la Directory pubblica contenente tutte le istituzioni europee coinvolte nell'erogazione dei servizi di sicurezza sociale (non solo per l'assistenza sanitaria) realizzata da EESSI; consultare direttamente la normativa comunitaria e italiana attualmente vigente, tutto direttamente dal tuo dispositivo mobile, ovunque ti trovi e con la possibilità di salvare le tue ricerche.

L'App può essere scaricata gratuitamente dai market Google play, Apple, Windows. Per saperne di più www.salute.gov.it.

Fonte: Askanews

immagine Primavera stagione complessa per i bambini. Vademecum ABM

Primavera stagione complessa per i bambini. Vademecum ABM

Raffreddori e malanni sono in agguato

E'primavera, le giornate si sono allungate e si gioca all'aperto, ma i raffreddori e i malanni sono in agguato. E con le vacanze di Pasqua spesso i ritmi dei bambini vengono alterati e si fa qualche "strappo" ad una dieta sana. Susanna Esposito, Presidente dell'Associazione Amici del Bambino Malato Onlus e Direttore dell'Unità di Pediatria ad Alta Intensità di Cura della Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Milano raccomanda a mamme e papà tutte le precauzioni e i comportamenti da adottare per mantenere sani i nostri bambini anche in questo periodo.

1.Giocare all'aria aperta e fare sport, approfittando delle giornate più lunghe, è molto importante per la salute dei bambini VERO. In generale, un'attività fisica regolare in età pediatrica è fondamentale sia nel bambino sano che in quello affetto da malattie respiratorie croniche. E' anche un'importante forma di prevenzione dell'obesità che contribuisce, attraverso un aumento del dispendio energetico, a ridurre la massa grassa e ad aumentare quella magra, ed è uno strumento fondamentale per un corretto sviluppo osseo.
2. Nei bambini, soprattutto nei più piccoli, è concesso mangiare un po' di tutto e le infezioni alimentari in età pediatrica sono rare. FALSO. L'alimentazione deve essere sana fin da piccolissimi, soli così sarà possibile prevenire patologie importanti da adulti. Perciò, durante le vacanze pasquali non esagerate con le uova di cioccolato. E' necessario, inoltre, limitare il consumo di salame e insaccati vari che, insieme alle conserve di frutta e verdura fatte in casa, possono essere all'origine di intossicazioni importanti come il botulismo. Ed ancora, fate attenzione alle uova crude e alle verdure non lavate: con questi alimenti uno dei rischi più frequenti è la salmonellosi, un'intossicazione caratterizzata da sintomi quali nausea, vomito, dolori addominali, diarrea e febbre.
3. Anche durante la primavera, quando si gioca all'aperto o si trascorrono varie ore sotto il sole bisogna proteggersi dal sole e adottare un abbigliamento adeguato. VERO. E' fondamentale scegliere un'esposizione al sole in sicurezza: l'esposizione ai raggi solari è sempre consigliata perché aumenta la trasformazione di vitamina D e anche durante la stagione primaverile non sottovalutate la loro pericolosità e utilizzate sempre creme solari ad alta protezione proteggendo i bambini con cappellini e occhiali da sole.
4. In caso di viaggi o escursioni è necessario portare sempre con sé un kit di primo soccorso. VERO. Con i bambini non bisognerebbe mai dimenticare di avere con sé un kit di primo soccorso quando si parte o si fanno le gite fuori porta, includendo anche prodotti repellenti contro le punture di zanzare e zecche (queste ultime presenti soprattutto in montagna).
5. In primavera è difficile ammalarsi. FALSO. Le forti escursioni termiche tipiche della stagione primaverile e gli sbalzi di temperatura favoriscono frequentemente lo scatenarsi di raffreddori ed episodi febbrili che spesso si risolvono nel giro di pochi giorni senza che sia necessario l'utilizzo di farmaci o, nei casi di febbre oltre i 38°C, è consigliabile l'uso di antipiretici.

Fonte: Askanews

immagine La siesta contro il mal di primavera. Ecco tutti i rimedi contro la spossatezza

La siesta contro il mal di primavera. Ecco tutti i rimedi contro la spossatezza

Per combattere l'affaticamento stagionale anche bere molta acqua e dieta a base di pollo

Astenia, giramenti di testa, sonnolenza e difficoltà di concentrazione sono i principali sintomi di quella che gli esperti chiamano la "sindrome del letargo" e che arriva in primavera, dovuta principalmente a vari fattori di stress a cui è sottoposto il nostro organismo proprio durante la stagione primaverile, come il cambio dell'ora e il rialzo delle temperature.

Dagli esperti arrivano i consigli per affrontare al meglio qeusto periodo: bere tanta acqua per idratare l'organismo e introdurre tanti sali minerali, mangiare cibi ricchi di ferro, potassio, calcio e vitamina B e concedersi il 'riposino' quotidiano. Pietro Migliaccio, presidente della società italiana di scienza dell'alimentazione (S.I.S.A.), spiega che, insieme a frutta e verdura, sono le carni bianche, in particolare la carne di pollo, tra gli alimenti più adatti per una corretta alimentazione da adottare durante i mesi primaverili: "Oltre ad essere un perfetto alleato contro l'astenia perché leggero e digeribile - spiega - il pollo contiene tutti quei nutrienti ad alto valore biologico fondamentali per combattere la stanchezza stagionale". La stanchezza stagionale, tipica dei mesi primaverili, colpisce circa 2 milioni di italiani, con una percentuale sei volte maggiore nelle donne rispetto agli uomini (fonte Dipartimento di Neuroscienze dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano). Ad influire sono principalmente tutti quei fattori che intervengono sulla fisiologia dell'organismo, come l'innalzamento della temperatura ambientale, il cambiamento dell'ora e quindi anche del momento dei pasti e dell'ora del sonno.

"E' quindi importante - spiega Migliaccio - anche la variazione del ritmo circadiano che si compie all'incirca ogni 24 ore e nel quale si ripetono regolarmente certi processi fisiologici che possono influire sulla 'sindrome di adattamento' dell'organismo (sindrome di adattamento di Selye)". "È fondamentale che a tavola ci siano sempre alimenti come la carne bianca, in particolare il pollo, alternati ad altri cibi durante la settimana. Il pollo - spiega il nutrizionista - fornisce proteine di alto valore biologico (19 g per 100 g di pollo intero e 23 g per 100 g di petto di pollo), elementi fondamentali per la sintesi dei neurotrasmettitori che partecipano alle reazioni di adattamento allo stress stagionale. Inoltre, il pollo apporta ferro, che è l'elemento fondamentale per la sintesi dell'emoglobina, una molecola che trasporta ossigeno a tutti i tessuti. La carenza di ferro provoca anemia il cui sintomo più evidente è proprio la spossatezza". Ancora, è bene bere tanta acqua, sia durante i pasti che nel nell'arco della giornata.

"In caso di stanchezza - dice Migliaccio - si consiglia di idratare l'organismo in modo adeguato bevendo almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. E, nei mesi più caldi, è bene aumentarne l'apporto". Per affrontare con grinta la giornata è bene concedersi il tempo per una buona prima colazione a base di latte o yogurt, pane o biscotti o fette biscottate o cereali, miele o marmellata. Infine, quando si ha la possibilità è preferibile fare un 'riposino' nelle prime ore pomeridiane, che tra l'altro sono le più calde, in un ambiente possibilmente fresco e areato. Gli integratori multivitaminici assunti per combattere la stanchezza stagionale, avverte Migliaccio, debbono essere sempre consigliati e prescritti dal proprio medico di fiducia e in tutti i casi acquistati in farmacia. Per l'assunzione di sostanze particolari quali il ginseng ed il guaranà è sempre opportuno chiedere il parere del proprio medico.

Fonte: Askanews